Hell of Men Blood Brothers
26/07/2021
5 min read

Girovagando nella distesa infinita di indie che appaiono giornalmente, ci siamo imbattuti in Hell of Men: Blood Brothers, un interessante strategico a turni sviluppato da da Whacky Squad Studio e di cui è possibile provare la demo su Steam.

Il risveglio dell’Orso Russo

Il titolo di Whacky Squad Studio, ci porta nel 2023, anno in cui la Russia decide di rompere ogni relazione diplomatica con il resto del mondo e di invadere l’Ucraina. Mentre le Nazioni Unite temporeggiano per decidere quale sia la migliore linea d’azione, le armate russe spostano la loro attenzione sulla Bielorussia. Decise a difendere la propria terra con le unghie e con i denti, le forze bielorusse si mobilitano nella speranza che gli aiuti della NATO arrivino quanto prima.

Hell of Men Blood Brothers veicles

Hell of Men: un Command & Conquer low poly

Hell of Men: Blood Brothers, realizzato in un piacevole stile semi low poly, segue le orme dei colossi del genere come Command & Conquer, Company of Heroes o Age of Empire. Dovremo quindi costruire la nostra base, raccogliere risorse e produrre unità con cui sconfiggere il nostro nemico. A nostra disposizione avremo una serie di edifici che, come è facile immaginare, ci daranno accesso a differenti tipi di unità e potenziamenti, o ci permetteranno di raccogliere le risorse sparse sulla mappa.

Hell of Men Blood Brothers base

Sarà possibile edificare gli edifici principali solo all’interno di un’area predefinita, espandibile costruendo generatori elettrici. Le risorse a nostra disposizione sono elettricità, munizioni, materiali e cibo. Mentre munizioni e materiali verranno raccolti dai nostri lavoratori, per utilizzare il cibo dovremo costruire varie mense intorno al camion dove si trovano i rifornimenti.

Veicoli da conquistare

Le forze a nostra disposizione appartengono a diverse classi (fucilieri, granatieri, cecchini, medici, ecc.), e potranno essere potenziate in maniera da ottenere nuovi armamenti più potenti. Al cambiare d’armamento cambierà anche l’aspetto delle nostre unità. Alcune classi, come genieri e medici, avranno un ruolo principalmente di supporto, curando o costruendo barricate ed edifici difensivi. Sarà possibile anche produrre droni, tanto aerei quanto terresti, da sfruttare in vari ruoli.

Hell of Men Blood Brothers special forces

Uno degli aspetti più interessanti di Hell of Men: Blood Brothers è l’assenza di edifici che producano mezzi. Per procurarci i corrazzati dovremo infatti impossessarci di particolari zone d’interesse in cui, una volta conquistate, appariranno i tanto desiderati veicoli. Si va da semplici Quad a Hummer corrazzate, fino a potentissimi carrarmati. Non sarà possibile sapere in anticipo quali mezzi siano contenuti in un’area d’interesse e, nel caso il nemico dovesse distruggerli, questi riappariranno dopo un breve periodo di tempo.

tanks

Ogni mezzo avrà bisogno di due soldati per essere attivato: un pilota e un addetto alle armi. Potremo utilizzare una qualsiasi delle nostre unità per condurre i mezzi o potremo produrre piloti, evitando così di sacrificare parte della nostra potenza di fuoco. Sebbene ridotti in numero i veicoli sono estremamente efficace, tanto che attaccarli con la sola fanteria non sarà mai una buona idea.

covers

Durante i combattimenti, frenetici e divertenti, potremo far uso di coperture in modo da non venir spazzati via in due secondi netti. Ci sono vari tipi di coperture (boscaglia, bunker, ecc.) e ognuno fornisce un livello differente di protezione, oltre che a rendere i combattimenti più interessanti.

ambush

In Hell of Men: Blood Brothers saranno disponibili varie fazioni, ognuna caratterizzata in maniera differente e con cui affrontare la modalità schermaglia.

Un piacevole RTS che vale la pena di provare

Hell of Men: Blood Brothers risulta molto piacevole da giocare e, sebbene non richieda sforzi enormi per essere padroneggiato, non rinuncia all’elemento strategico. Sebbene siano presenti piccoli bug e qualche elemento potrebbe essere rifinito, va tenuto in considerazione che il gioco è stato sviluppato da una sola persona e il risultato è davvero notevole. Se state cercando un RTS interessante con cui “ammazzare il tempo”, vi consigliamo assolutamente di provarlo.

26/07/2021
In this post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.