14/10/2021
8 min read

Qualche settimana fa Appeal Studios e THQ Nordic hanno annunciato lo sviluppo di Outcast 2 – A new beginning. Certo non sarà un titolo che farà riaffiorare qualcosa nei giocatori di ultima generazione ma i player diversamente giovani come il sottoscritto si ricorderanno bene il primo capitolo della serie.

Outcast

Outcast uscì per PC nel lontano 1997, sviluppato dagli stessi Appeal Games e pubblicato da Infrogrames, publisher che modificò il suo nome in Atari dopo averne acquisito la maggioranza nel 2009.

Il titolo si guadagnò recensioni entusiastiche, di fatto aveva preceduto quella libertà di esplorazione di un mondo totalmente 3D che vedrà il suo vero successore solo qualche anno più tardi con la pubblicazione di Grand Theft Auto III.

Non siamo ovviamente ai livelli del capostipite 3D dei GTA, Outcast proponeva al giocatore un mondo alieno da esplorare ma diviso in zone. Le zone erano collegate tra loro grazie a dei portali dimensionali molto simili alla porta di Stargate che tanto aveva influenzato in quegli anni l’immaginazione degli appassionati di fantascienza.

La trama

Nel 2007 il governo degli Stati Uniti sperimenta il viaggio tra i mondi ed invia con successo una sonda ad Adelpha. La sonda trasmettere per qualche minuto immagini video del mondo alieno per poi essere danneggiata da una forma di vita aliena. Questo provoca un imprevisto contraccolpo di energia che crea un buco nero minacciando la stessa Terra.

Il giocatore deve risolvere la situazione nei panni di Cutter Slade – ex Navy Seal – che ha il compito di scortare tre scienziati – William Kauffmann, Anthony Xue e Marion Wolfe – sul mondo alieno per riparare la sonda e chiudere il buco nero. Una volta giunti ad Adelpha, Cutter non trova traccia dei tre scienziati e viene acclamato dagli indigeni Talan come il loro messia: l’Ulukai.

La tecnologia aliena è arretrata rispetto a quella terrestre, Adelpha è un mondo essenzialmente pre-industriale. Tuttavia i Talan possiedono abilità psichiche che variano a seconda dell’essenza: fuoco, terra, acqua o spirito. Questa essenza rende ogni Talan specializzato in un determinato campo e ne afferma l’appartenenza ad una determinata classe sociale.

Sebbene Adelpha abbiamo prosperato in armonia per centinaia di anni, all’arrivo di Cutter il mondo è oppresso da una dittatura militare portata avanti dai Talan fuoco, che soggiogano e comandano con pugno di ferro i loro fratelli.

Non vi sveliamo ulteriori dettagli della storia, se la versione Outcast del 1997 risulta troppo vecchia per essere gustata appieno, negli anni ci sono state delle ripubblicazioni che hanno migliorato il prodotto originale.

Le ripubblicazioni

Sebbene nel 1999 gli Appeal Games stessero lavorando ad un sequel dal nome Outcast II: The Lost Paradise, il gioco non vide mai la luce a causa delle difficoltà finanziarie della casa di sviluppo.

Nel 2010 tramite la piattaforma GOG.com il titolo originale è stato messo a disposizione in versione digitale inclusi alcuni miglioramenti aggiunti da una patch sviluppata dalla community, in special modo la non necessità di rallentare la CPU dei computer moderni per poter lanciare il gioco.

Nell’aprile del 2014 alcuni membri del team originale – dopo aver acquisito i diritti della IP – lanciarono una campagna Kickstarter per lo sviluppo di un remake HD di Outcast ma non raggiunsero il traguardo prefissato di 500.000 dollari.

Nel dicembre dello stesso anno su Steam e GOG.com viene rilasciato Outcast 1.1, una versione migliorata creata ricompilando il codice sorgente: stabilità migliorata, supporto per risoluzioni fino al 1920×1080 e per il rendering multi-thread.

Il 14 novembre 2017 viene rilasciato Outcast: Second Contact per Steam, GOG.com, PlayStation 4 e Xbox One. Sviluppato sempre dagli Appeal Games e pubblicato da BigBen Interactive, Outcast: Second Contact è un vero e proprio remake del titolo originale: vi farà godere le atmosfere del titolo originale senza quelle sbavature dovute all’invecchiamento di un titolo che ormai ha più di vent’anni. Il consiglio è di giocarlo in attesa del sequel, di certo non resterete delusi.

Outcast 2 – A New Beginning

Outcast 2 – A New Beginning ci riporterà nei panni di Cutter Slade, vent’anni dopo gli eventi del primo capitolo.

Una nuova minaccia incombe infatti su Adelpha, questa volta non interna ma esterna. Una spietata corporazione aliena è giunta per sfruttare il pianeta e schiavizzare la sua popolazione.

La missione di Cutter è chiara: aiutare la popolazione Talan ed organizzare un contrattacco contro i nemici per salvare nuovamente il pianeta di Adelpha.

Non è ancora stata annunciata una data di uscita ma Outcast 2 – a New Beginning sarà disponibile per Steam, PlayStation 5 ed Xbox Series X/S.

14/10/2021
In this post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.