The Invincible
17/09/2021
3 min read

In concomitanza con il 100esimo compleanno di Stanisław Lem (12/09/2021), uno dei maggiori scrittori di fantascienza polacchi, Starward Industries ha iniziato il count-down per il lancio del loro attesissimo thriller futuristico: The Invincible.

The Invincible space

Man mano che ci si avvicinerà alla data di lancio (2022), la nave spaziale presente nel sito farà tappa presso vari punti chiave dell’esplorazione spaziale, ma anche della vita dello scrittore e delle sue opere, portando i visitatori a scoprire qualcosa di nuovo ad ogni click.

The Invincible enemy

Un cammino lungo che terminerà quando l’universo fantastico di The Invincible ed il nostro collideranno, lanciandoci nell’avventura. The Invincible sarà disponibile per PC, PlayStation®5 e Xbox Series X.

The Invincible: un thriller fantascientifico di classe

The Invincible, ispirato dai romanzi di Stanisław Lem e da cui prende anche il nome, è un thriller fantascientifico single player in prima persona, ambientato in una linea temporale alternativa e retro futuristica. Il gioco ci trasporterà su di un lontano pianeta, Regis III, caratterizzato per il suo aspetto atompunk. Sebbene la tecnologia si avanzata tanto da rendere l’esplorazione spaziale una cosa normale, gli equipaggiamenti sono rimasti analogici, come se la rivoluzione digitale non fosse mai avvenuta, come se ci trovassimo nei romanzi di un altro grande della narrativa: Jules Verne.

The Invincible spaceship

In The Invincible indosseremo la tuta spaziale di uno scienziato membro di una spedizione scientifica che, bene presto, si trasformerà in una missione di salvataggio da cui dipenderà la nostra vita e quella dei nostri compagni.

Risvegliatici su Regis III dovremo scoprire le sorti dell’equipaggio della nostra astronave, cercando di sopravvivere usando sia l’avanzata strumentazione scientifica a nostra disposizione, che il nostro cervello ed il nostro istinto. Regis III infatti, si rivelerà essere un pianeta estremamente ostile e custode di terrificanti segreti che andremo dipanando mentre cercheremo di mettere in salvo i nostri compagni. E, mentre ci muoveremo nei meandri del pianeta inizieremo a realizzare che, forse, non siamo soli sulla superficie e che sarebbe stato meglio restare alla larga da determinate zone del pianeta. Ma ormai è troppo tardi.

17/09/2021
In this post:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.